Coltivare girasoli, scopri tutti i segreti su come si fa

Campo di girasoli

Come coltivare girasoli

Tra i fiori più amati di tutti i tempi, tra i più richiesti e i più affascinanti troviamo i girasoli! Cosa succede prima di vederli in un elegante vaso nel salotto di casa tua? Come coltivare i girasoli, in quale periodo è più adatto dedicarsi alla coltivazione? Di cosa hanno bisogno?

Tutto d’ un fiato una carrellata scritta apposta per te su come coltivare i girasoli!

Dove coltivare i girasoli?

Che sia in spazi aperti oppure in vaso, la chiave di volta della questione è presente nel nome stesso del fiore, i girasoli esigono il sole! Scegliete l’ angolo più soleggiato del vostro giardino, del vostro campo o del vostro balcone o terrazzo.

Semi per coltivare girasoli

Semi per coltivare i girasoli

Cosa fare una volta scelto il luogo?

Procurati dei semi, non costano molto e hanno una durata di circa due anni fuori dal terreno (poi dipende dalle specie) è importante conservarli però all’ interno della confezione e in un luogo fresco e asciutto.
Una volta procurati in semi potrete iniziare a coltivare i girasoli, aspettate aprile inoltrato quando si è fuori rischio dal pericolo di tardive gelate notturne. Eh si, alle volte non si presta attenzione ma può succedere che in alcune zone, durante la notte, le temperature sfiorino ancora lo zero o il -1 °. Che abbiate scelto un vaso o un angolo di giardino o un campo la logica è sempre la stessa : la distanza tra un seme e l’altro deve essere almeno di 15cm e la profondità di circa 10.

campo di girasoli in fiore

Girasoli in fiore

Se hai intenzione di coltivare girasoli in “larga scala” per dire un centinaio affianco al vialetto d’ ingresso di casa sarai sorpreso di scoprire quanto è facile e di quanto pochi metri ti servano. Il mio consiglio è di procurarti un pannello di compensato abbastanza  leggero, con squadra, righello e matita. Disegna dei punti equidistanti, con un trapano fora il legno in corrispondenza dei segni. A questo punto prendi un bastoncino taglialo a 10 cm. Hai tutto per coltivare i girasoli a livello pro! Stendi il foglio di compensato che sarà pieno di fori fatti precedentemente, buca con il bastoncino la terra presente sotto ogni foro e inserisci un seme in ogni buco e alla fine di tutto ricopri con una spolverata di terra, non esagerare, non ne occorre molta!

Girasole

Coltivare i girasoli

Cosa fare dopo?

Porta pazienza, il grosso è fatto, la natura deve fare il suo corso seguendo i suoi tempi. Una specie di vademecum su cosa fare per coltivare i girasoli dopo averli piantati potrebbe essere riassunto in queste ultime righe. Semina a fine aprile, attendi fine maggio togliendo qualche erbaccia per evitare che soffochino i girasoli, quando li vedrai spiccare sopra eventuali erbacce non ci sarà più bisogno perchè hanno proprietà diserbanti e “vincono” sulle infestanti. Arrivati a giugno, se inizia a fare molto caldo anche prima, inizia ad innaffiare regolarmente. Prima a giorni alterni poi tutti i giorni, non risparmiare, quando fa caldo devi “allagarli” una volta al giorno meglio se all’ imbrunire. Sempre in questo periodo arriveranno insetti ghiotti delle foglie succose dei girasoli. Cosa fare? Un buon insetticida in un consorzio agrario ti salverà da questi insetti fastidiosi.

Quando si ha la fioritura?

Se hai seguito a dovere le indicazioni su come coltivare i girasoli la fioritura arriverà a cavallo tra i primi 10/20 giorni di luglio. Non fioriranno mai tutti insieme ed è proprio questo il bello, perchè così facendo potrai avere una fioritura scalata che durerà fino a fine estate.

Spero che quest’ articolo ti sarà d’aiuto per coltivare i girasoli e quest’ estate aspetto molto volentieri le fotografie del tuo angolo fiorito di girasoli!

Vuoi scoprire qualcosa in più sui girasoli? Leggi quest’ articolo vuoi vedere che bouquet possiamo realizzare con i girasoli? Visita qui la nostra collezione nel negozio online!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Newsletter (news e sconti):