Piante grasse da interno, scopri le nostre preferite

Piante grasse da interno in serra

Pollice verde scarso? e se provassi con delle piante grasse da interno?

Ti hanno sempre incuriosito ma non hai mai avuto modo di scoprire quel qualcosa in più che ti stimolasse al punto tale da intraprendere questa mini avventura di prenderti cura delle piante grasse da interno? Forse quest’ articolo può essere la marcia in più che potrà aiutarti a prendere il via! Se tra le tue qualità non rientra il pollice verde ti consiglio di provare a seguire questi preziosi consigli. Non ti piacciono? Prova allora a leggere quest’ articolo riguardo le piante da interno resistenti a (quasi) tutto 

mix di piante grasse in vasetto

Piante grasse da interno

Le loro caratteristiche

Iniziamo mettendo l’ accento su giusto un paio di informazioni doverose e generiche riguardo alle piante grasse da interno.
Tutte necessitano di attenzioni particolari nonostante la loro spiccata capacità di adattarsi alle condizioni climatiche più estreme. Possono avere tra le caratteristiche più svariate e molto diverse tra loro; possono essere con o senza spine, con abbondante fioritura o essere completamente prive di ogni qual tipo di boccioli. Ed è forse proprio per questi motivi che ci sono molti appassionati di piante grasse da interno.
Ultimo flash: commetteresti un errore se pensassi che non hanno bisogno di essere bagnate e che sopravvivono senza acqua, in realtà la questione è forse ancora più sottile che per le altre piante, si tratta di trovare un perfetto equilibrio tra umidità, luce, temperatura.

Luce, temperatura e annaffiatura

In base alla loro provenienza, che tendenzialmente sarà dai deserti africani, dal sud Sudamerica o da alcune regioni dell’ entroterra asiatico, potrai scoprire di che tipo di condizioni avranno bisogno in termini di luce, temperatura e bagnatura.
Una volta capito da dove proviene la tua pianta grassa da interno saprai di conseguenza stabilire anche il la migliore posizione in cui metterla e con che frequenza annaffiarla.
In linea di massima? Un buon quantitativo di luce ma non eccessivo, luce diffusa e non diretta. Temperatura? Non troppo alta d’estate e non troppo bassa d’inverno, dovresti cercare di svolgere un pò la funzione che ha il mare sulle coste del nostro stivale, ovvero mitigare la stagione. Attenzione alle gelate invernali, possono essere letali, una buona regola è mantenerle sempre intorno ai 5-10 gradi durante i mesi invernali.

piante grasse da interno

piante grasse da interno

Ecco qualche informazione su le cactacee

Le cactacee sono in grado di resistere a lunghi periodi di siccità grazie alla loro capacità di poter accumulare l’ acqua nel fusto. Si sviluppano molto lentamente e generalmente non dovrai preoccuparti di doverle rinvasare annualmente, nulla però ti vieta di poterlo fare ugualmente se vuoi dare una spinta ulteriore alla loro crescita in modo da poter dare più spazio alla propagazione delle radici.

Per finire ti vorrei consigliare qualche piccolo trucco per poter mantenere sane le tue piante grasse da interno. Puoi utilizzare una pallina di cotone inumidita e pulire la superficie delle piante in modo da rimuovere polvere che potrebbe rendere difficoltosa la traspirazione. Cerca di invasarle utilizzando un terriccio poroso che eviti i ristagni idrici che potrebbero portare a marcire la pianta. Aggiungi del materiale drenante, che potrebbe essere sabbia lapillo e di aggiungere delle leggere componenti acide.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Newsletter (news e sconti):